Product was successfully added to your shopping cart.

Come funzionano i telemetri laser

I telemetri sono strumenti ottici di altissima precisione, in grado di misurare la distanza fra l’utilizzatore e un determinato oggetto. Esistono vari tipi di telemetri, i più comuni sono quello Laser e a ultrasuoni. Il sistema ottico generalmente non dispone di elevati ingrandimenti, variano fra i 4x e 12x con lenti da 15mm fino a 50mm il più luminoso (quelli per un uso civile). Esistono inoltre strumenti ottici con telemetri già incorporati, come ad esempio i cannocchiali da mira utilizzati da chi pratica caccia o tiro al bersaglio dove la precisione è molto importante.

Le dimensioni di solito sono molto contenute, il suo peso può variare in proporzione alle dimensioni e all’ingrandimento di cui dispone. La composizione della struttura può variare dal metallo a rivestimento in gomma e comunque sono sempre impermeabili e resistenti agli urti.

Ma vediamo ora come funziona nello specifico un Telemetro Laser, ovviamente la modalità di funzionamento e costruzione è speculare in molti modelli ma si differiscono per potere di ingrandimento, luminosità, precisione e caratteristiche di rilevamento delle misure, che variano a seconda del modello e ovviamente del suo prezzo.

 

Come funzionano i telemetri laser - 2 Come funzionano i telemetri laser - 1

 

Il funzionamento del telemetro Laser sfrutta l'emissione di un raggio laser di bassa energia, quindi non pericoloso, per determinare una distanza con estrema precisione, a seconda della precisione dichiarata dalla casa costruttrice, con ripetibilità della misura che può arrivare al 98% (la ripetibilità è la percentuale di volte che ripetendo la stessa misura si determina l'identico risultato). La precisione di rilevamento della misura è data da molti fattori, come la qualità dello strumento, le condizioni meteo, la luce ambientale e ovviamente il corretto utilizzo da parte dell’utente. I telemetri più sofisticati (sia per impiego militare che civile) sono dotati di filtri che li rendono più efficienti in condizioni meteo avverse ed in presenza di forte riflessione del terreno della luce solare. Nell'istante in cui viene attivato, il telemetro emette un raggio laser, un cronometro ad alta precisione misura il tempo intercorso tra l'emissione ed il ritorno del raggio riflesso. Conoscendo la velocità del laser nell'atmosfera è possibile calcolare la distanza percorsa dal laser con la seguente formula:

distanza = velocità ×tempo / 2

In questo modo, indirizzando correttamente il raggio, è possibile ottenere la distanza di uno specifico oggetto. Proponiamo un’immagine di come appare il display interno di un telemetro con le immagini dei valori che indica (l’immagine varia da modello a modello).

 

Come funzionano i telemetri laser - 2 Come funzionano i telemetri laser - 2