Supporto tecnico:
0434 1696106 (Lun-Ven) o e-mail
0item(s)

Non hai articoli nel carrello.

Supporto tecnico:
0434 1696106 (Lun-Ven) o e-mail

Product was successfully added to your shopping cart.

Fotografare la Luna

Fotografare la Luna con un telescopio non è difficile. Seguite il nostro tutorial per scoprire come registrare immagini e video ad elevati ingrandimenti. La Luna è l'oggetto astronomico su cui, molto spesso, si punta per la prima volta il telescopio e che si vuole solitamente fotografare per prima. Per questo dedichiamo un tutorial alla spiegazione di come, avendo a disposizione un telescopio, è possibile ottenere ottime fotografie sia con camere tipo reflex o con camere dedicate (quelle che vengono solitamente chiamate camere planetarie).

Vedremo come le camere planetarie consentono di fotografare la Luna e registrare video ad elevatissimo ingrandimento: scopriremo come elaborarli con il software gratuito Registax. I video di questo tutorial sono stati registrati utilizzando il nostro telescopio Newton250CF f4.8, uno strumento ottimale per le riprese in alta risoluzione.

 

Telescopio Newton250CF f4.8 Telescopio Newton250CF f4.8

 

Infatti i tubi ottici della nostra serie Newton non solo sono ottimi per l'utilizzo visuale (visto il grande diametro) e per quello della fotografia degli oggetti deboli (visto il veloce rapporto focale). Sono strumenti fantastici anche per fotografare la Luna (più in generale, per la ripresa lunare e planetaria) ad elevato ingrandimento grazie all'ostruzione contenuta e all'elevato livello di correzione delle ottiche (lambda/10).

 

 

Se volete fotografare la Luna e disponete di una reflex (quindi una camera a cui è possibile rimuovere l'obiettivo), per collegarla al telescopio vi servono 2 accessori:

1) Anello T2: converte l'attacco a baionetta della reflex in un filetto universale T2: se disponete di una Canon EOS trovate il nostro anello qui, se usate una Nikon trovate l'anello qui.

2) Adattatore fotografico: consente di trasformare il filetto universale T2 in un "naso" che si inserisce nel focheggiatore. Può avere l'attacco da 31,8mm, oppure l'attacco da 50,8mm. Per le reflex digitali con sensore APS-C o Full Frame (come la maggior parte delle Canon EOS o delle Nikon digitali) consigliamo la seconda opzione in quanto l'attacco da 31,8mm è troppo piccolo e questo provocherebbe una vignettatura (cioè una diminuzione della luce verso il bordo dell'immagine).

Le camere appositamente progettate per l'astronomia e, in particolare, le camere planetarie solitamente vengono già fornite di adattatore per il collegamento ai telescopi.

 

 

Per fotografare la Luna con telescopi riflettori è meglio verificare la collimazione e uno dei metodi più semplici è quello di utilizzare l'oculare Cheshire. Trovate questo accessorio con una completa guida sul suo utilizzo sul nostro sito.

Come camera planetaria per fotografare la Luna, consigliamo la Atik GP (visita la pagina sul nostro sito) dotata di un sensore Sony  ICX445 con risoluzione 1296 x 964. Questa camera si collega direttamente alla porta USB (2.0) del computer e, tramite il software fornito nella confezione, consente di visualizzare direttamente sullo schermo del PC le immagini  che potete registrare sotto forma di video o di immagini singole. Consigliamo la camera monocromatica in quanto questa è sensibile anche alla regione dello spettro dell'infrarosso dove la turbolenza atmosferica (che tende a ridurre il contrasto dell'immagine e i dettagli fini registrabili) è minore rispetto al visibile. Quindi è possibile utilizzare un filtro IR-Pass (clicca qui per la pagina del filtro) per ridurre la turbolenza.

 

 

Per elaborare i video lunari registrati con le camere planetarie sono disponibili diversi software. Quello mostrato nel video è Registax, gratuitamente scaricabile da questa pagina. Riportiamo qui due immagini ottenute elaborando i video registrati durante le riprese per questo tutorial.

 

Fotografare la Luna:  crateri lunari Tolomeo, Alfonso e Arzachele ripresi con Newton 250CF f4.8 e camera AtikGP monocromatica, con il filtro PrimaLuceLab IR-Pass e lente di Barlow 3x. Fotografare la Luna: crateri lunari Tolomeo, Alfonso e Arzachele ripresi con Newton 250CF f4.8 e camera AtikGP monocromatica, con il filtro PrimaLuceLab IR-Pass e lente di Barlow 3x.

 

Fotografare la Luna: area degli Appennini con la rima Hadley ripresi con Newton 250CF f4.8 e camera AtikGP monocromatica, con il filtro PrimaLuceLab IR-Pass e lente di Barlow 3x. Fotografare la Luna: area degli Appennini con la rima Hadley ripresi con Newton 250CF f4.8 e camera AtikGP monocromatica, con il filtro PrimaLuceLab IR-Pass e lente di Barlow 3x.